Visitare la vera Cuba, El malecon de la Habana

Visitare la vera Cuba, siete pronti?

Come visitare la vera Cuba? i cubani risponderebbero Cuba no es fácil.

Questo perche’ comporta che vi troviate di fronte a tutta una serie di difficolta’ che si trova di fronte il cubano e che evidentemente visitandola da turista,  non trovereste.

Cerchero’ di darvi una serie di piccoli consigli utili affinche’  possiate visitare la vera Cuba senza senza troppi problemi e senza stress.

ARRIVO A LA HABANA

Visitare la vera Cuba, Cuba e gli anni 50

Quando arrivi all’aeroporto de la Havana, senti gia’ il profumo del calore della sua terra, la sua musicalita’, la sua accoglienza e purtroppo anche la sua disorganizzazione dovuta al fatto di essere  rimasto ai mitici anni ’50

SPEGNERE IL CERVELLO

 

 

All’ aeroporto trovare la valigia sul nastro diventa un po’ uno stress. Moltissimi voli di provenienza europea fanno confluire le valigie sullo stesso nastro, visto le piccole dimensioni del terminal, pertanto si crea un una massa di gente davanti al nastro cercando di vedere se arriva la propria valigia.

Una volta stetti ben due ore cercandola perche simpaticamente dopo un po’ di tempo che la valigia gira sul nastro, (che poi una regola non c’e’ ) decisero di appartarla in modo che cosi’ iniziai la caccia alla valigia e con panico.

La mia era in un angolo dell’aeroporto e vi assicuro che pensavo gia di andare al mare in mutande e di stare tutto il resto del tempo con gli stessi vestiti. (perche purtroppo trovare vestiti da comprarsi a cuba non e’ agile)

A questo proposito vi consiglio di mettere sempre nel vostro bagaglio a mano le cose di prima necessita’, cosicche’ in caso di perdita della valigia possiate divertirvi uguale (se avete bisogno di altri consigli sul fare la valigia https://inviaggioconlafelicita.com/consigli-di-viaggio/

ATMOSFERA CUBANA

 

 

A Cuba regna la calma e l’ottimismo, cio’ di cui non siamo piu abituati in un mondo globalizzato: se non cambi il chip rischi di stressarti molto e di rovinarti le vacanze.

Pensiate che stia esagerando ma non e’ cosi.

Quando si ha gia’ la valigia, e si entra nella hall degli arrivi, ci troviamo di fronte a moltissimi cubani che stanno aspettando i suoi familiari in visita proveniente dall’estero.

C’e caos si’: le urla della felicita’dei parenti che vedono il suo familiare rientrare, gli abbracci , i taxisti che urlano “taxi, taxi” la ventata di calore che viene dall’esterno e quell’odore di nafta forte che viene dalle auto fuori aspettando l’arrivo dei turisti.

E’ coinvolgente il caos, si respira un mondo diverso.

Il trasporto dall’aeroporto al vostro hotel/casa particular e’ un’altra fonte di stress, se vogliamo pensare con la nostra mente europea.

Il turista a Cuba e’ l’unica fonte di guadagno e quindi cercano sempre di “fregarci” in qualche maniera, ma se pensiamo che mediamente guadagna 15 dollari al mese e’ piu che giustificabile il suo atteggiamento.

MAI DIRE CHE E’ LA PRIMA VOLTA CHE ANDATE A CUBA.

Al momento del vostro arrivo, sara’ la prima cosa che vi chiedono. Dovete farvi vedere sicuri che gia siete stati nella “Cuba linda” e sicuramente dovrete armarvi della vostra capacita’ di negoziazione. E’ piu’ che normale negoziare prezzi a Cuba e soprattutto al momento di prendere un mezzo di trasporto.

TAXI

 

Il taxi dall’aeroporto al centro mediamente costa sui 30 cuc e se vi sparano una cifra esorbitante perche vi vedono piu’ o meno “nordici e con soldi” dite che vi hanno offerto meno o che la volta precedente vi hanno offerto questo. Non sara’ facile ma sara’ un buon esercizio per iniziare la vostra esperienza cubana.

Considerando che normalmente si arriva intorno alle 19.00 a la Havana, vi ritroverete in taxi verso il vostro alloggio, percorrendo le strade senza elettricita’  della citta’.

i taxi sono molto “vissuti” ma la radio funziona  e gia’ ci da il benvenuto, ed anche se l’elettricita’ non e’ il forte di Cuba, ci sentiamo dentro di noi una “elettricita’” notevole.

DOVE ALLOGGIARE

Visitare la vera Cuba, Casa particular de La Habana

 

Riguardo agli alloggi, vi consiglio vivamente di non prenotare un hotel in anticipo, se volete visitare la vera Cuba. Anche se un po’ azzardato il mio consiglio e’ di cercare una casa particular direttamente sul posto cosi’ potete vederla e contrattare un poco il prezzo senza avere spiacevoli sorprese.

Nel centro, ossia nella Havana vieja, i prezzi sono decisamente piu’ alti intorno ai 35 cuc al giorno: ci sono possibilita’ di stare in una casa, da soli e quindi poter cucinare per conto vostro, oppure avere una camera con bagno privato condividendo gli spazi comuni con la famiglia cubana.

ALLOGGI FUORI DALLE GRANDI CITTA’

Visitare la vera Cuba,Trinidad e il suo stile coloniale

 

Il dividere la casa con una famiglia e’ ancora piu coinvolgente se decidete di allontanarvi un poco dalla grande citta’: a pochi km dalla capitale potete trovare  la persona genuina cubana, quella che ancora non ha questa grande bramosia di andare all’estero per cercare fortuna e che non cerca di fregare il turista si o si. i cubani che vivono lontano dalla citta, trascorrono il loro tempo libero seduti su una sedia a dondolo, spesso in compagnia dei loro amici oppure gli uomini giocando a domino per la strada con il loro tavolo.

Si parla di pettegolezzi dei vicini, di politica estera  ma non della politica cubana.. quella se ne puo parlare a porta chiusa, in casa, sempre e quando il padrone di casa ne voglia parlare.

Si respira sempre un po’ di paura e non vogliono problemi:  a Cuba e’ molto facile essere arrestati visto il regime. Chiaro la peggio ce l’ha sempre il cubano considerando che il turista e’ la fonte di reddito pero’, nosostante questo, vi dico ATTENZIONE.

Ad ogni modo, escludendo le case molto accessoriate, a Cuba c’e sempre  un problema con l’acqua: a volte non c’e calda mentre a volte non c’e proprio.

Vari giorni mi sono ritrovata a farmi la doccia con il barattolo del gelato che riempivo da una cisterna. Non chiedetemi come ho fatto ma con il caldo che faceva a Santiago, mi andava bene anche farmi la doccia cosi’.

Saltiamo un momento a

SANTIAGO DE CUBA

Visitare la vera Cuba, Santiago de Cuba

 

Giusto l’altro estremo di Cuba ed originariamente capitale di Cuba, la cosiddetta Terra caliente..

vi chiederete, perche?

Prima di tutto un caldo mortale e, se andate in estate, da Giugno sara’ ancora peggio..impossibile uscire nelle ore calde, quando la temperatura si aggira intorno ai 45 gradi. Altro motivo dell’attributo di terra caliente e’ perche innanzitutto li’ ebbe luogo un’importante evento della rivoluzione cubana, (il famoso assalto al Quartel Moncada), ma anche c’e da dire che la sua gente caratterialmente e’ molto sanguigna.

Passo a parlare di questa Citta’ perche e’ giusto l’opposto de la Habana.

Qui si respira molta piu’ poverta’: il cubano ha meno contatto con il turista dovuto al fatto che non e’ fácilmente raggiungibile.

I voli interni sono cari e il viaggio in bus da la habana e’ interminabile.

Appena arrivi si respira il profondo calore, soffocante a tratti: la gente per la strada, appena vede il turista lo “assalta” cercando di vendergli qualsiasi tipo di escursione. Oserei dire che l’attributo di terra caliente si nota inmediatamente ma non per questo dobbiamo spaventarci.

Santiago e’ una citta’ storica, con delle belle spiagge a qualche chilometro dalla citta’, con un cimitero famosissimo (adesso anche Fidel e’ sepolto li) e con la famosa la basilica del Cobre.

La gente che non ha a che fare con il turismo, e’ un po’ schiva,  a differenza de la Habana.

Ha quasi paura del turista e non ve ne abbiate, se quando vi parlano, molti di loro, non vi guarda in faccia, oppure, anche se parlate un perfetto spagnolo, dicono che non li capite.

RAZZISMO CUBANO

 

Beh si, una volta in un negozio perche non mi volevano vendere una bottiglia di rum, perche io era turista e non potevo accedere a quel negozio per Cubani.

Beh si, purtroppo qui come in tutta Cuba potete essere “vittima” di razzismo ossia, molti locali, come ristoranti e negozi sono si’, accessibili a tutti, ma ad ogni modo il turista viene guardato un po’ male. Il turista secondo la mentalita’ cubana ha i soldi, ha la “yuma” (in gergo cubano) e viene visto solitamente come un morto di fame, frequentando i loro luoghi.

Ricordo una volta a la Habana, decisi di andare a comprare il pane. Per me era una attivita’  normalissima ma evidentemente non per loro. Mi misi in fila, una fila interminabile ed io ero l’unica turista. Tutti gli occhi puntati su di me e sinceramente non fu piacevole sentirsi cosi’ osservata, ma volli farlo, perche’ comunque non stavo facendo niente di male.

Dopo i primi  minuti di osservazione da parte di tutti, diventai parte di loro..cominciai a parlare con la gente e tutto torno’ alla calma.

Anche tra cubani c’ e molto razzismo, tra gente del nord e sud (come succede purtroppo in molti altri paesi) ma soprattutto tra Bianchi e Neri.

Il cubano spesso e volentieri e’ invidioso a parte essere  razzista: se vede che un suo/sua connazionale sta con un/una turista li diventa il suo peggiore nemico. (evidentemente invidia il fatto che il suo connazionale ha un economia diversa dovuta all’aiuto dello straniero)

Io ad esempio con il mio ex cubano non potevo entrare in alcuni hotel “da turista” per prenderci un aperitivo:la scusa, era che erano hotel per turisti, e nonostante le mie spiegazioni, non c’era la possibilita’ di convincerli.

USCITE CON CUBANI/CUBANE ATTENZIONE

 

Non voglio scoraggiarvi a non uscire con ragazzi o ragazze cubane, pero solo vi dico di stare attenti.

Ci sono stati casi in cui il cubano/cubana, entrando nella casa dove alloggiava il turista,soprattutto mentre il turista dormiva,  si sono portati via tutti i soldi, lasciando il turista in mutande, nel vero senso della parola. Non vi fidate al primo colpo che non tutti hanno buone intenzioni.

DOVE MANGIARE

Visitare la vera Cuba, dove mangiare

 

Per mangiare si hanno ottime opzioni: I paladares sono un po’ da turisti e vi sparano dei prezzi totalmente europei mentre vi consiglio di guardare dove vanno I cubani a mangiare, dove si paga nella moneta “cubana”, in moneta nacional e dove con 2 euro si puo mangiare veramente bene e con qualita’.

Evidentemente, come accennato prima, vi potrete trovare nuovamente nella situazione di avere gli occhi addosso ma vi consiglio di comportarvi naturali e come se foste cubani.

MONETA DOPPIA

 

L’assurdo di questo paese e’ che ci sono due monete: quella per il turista, Equiparata el dollaro ( cuc)  e una per il cubano, la moneda nacional.

Un cuc equivale a 24/25 pesos nacional. Il cambio puo’ variare a seconda che lo cambiate in una “cadeca” (banca) oppure al mercato nero.

Evidentemente le istallazioni turistiche accettano solo cuc, mentre i “ristoranti” cubani e i mezzi pubblici solo moneda nacional.

Pertanto vi consiglio di cambiare qualcosa in moneda nacional.

Qui arriva l’assurdo: molti negozi di alimentari e di cose per la casa dove i cubani vanno a comprare, hanno prezzi esorbitanti. Purtroppo il blocco imposto da USA fa si’ che moltissime cose siano impossibili da trovare oppure carissime. Uno shampoo puo’ costare 5 cuc e il loro stipendio e’ di 15 cuc al mese.

Da qui deriva il fatto che il cubano sta nella “lucha” ossia vive alla giornata lottando giorno dopo giorno per mangiare e vivere al meglio.

 

 

MEZZI PUBBLICI

Visitare la vera Cuba, I mezzi di trasporto cubani

Se volete visitare Cuba come un residente e’ indispensabile usufruire dei loro mezzi di trasporto.  Potete trovare:

  • camion per trasportare animali che in realta’ trasportano persone
  • autobús, un po’ vecchi e che magari durante il viaggio si rompe
  • barche, se dovete passare da una sponda all’altra
  • moto taxi, e bici taxi per percorrere piu rapidamente il centro
  • taxi condivisi

L’imbarazzo della scelta e della creativita’ cubana.

Se cercate la comodita’ questi mezzi non fanno per voi ma se cercate un’esperienza unica e di visitare la vera cuba ve lo consiglio vivamente.

TAXI CONDIVISO

Il taxi condiviso e’ un opzione fantastica e molto usata a la habana: hanno il cartellino di taxi sul cruscotto, (normalmente sono auto degli anni ‘50) si fermano alzando la mano e, una volta fermo, si dice al finestrino, verso il conducente, dove si vuole andare. Se il taxi va in quella direzione ti accetta e il costo e’ di 0.50 cuc.

CAMION

visitare la vera cuba e sedersi sul camion cubano

Se invece decidete di prendere il camion, il risparmio e’ assicurato, perche’ con pochi soldi in moneda nacional potete fare lunghi tragitti. La situazione piu comune e’ che vi troverete spesso a dover stare seduto su una panchina di ferro sul camion, oppure in piedi.

Mi ricordo una volta che stavo seduta in un camion ed avevo una bambina di fronte a me che mi fissava estasiata: il fatto di vedere una ragazza “diversa” da lei le provocava curiosita’ cosicche’ mi chiese di dove ero.. una tenerezza unica e un’ ingenuita’ incredibile.

Mi cuba linda, la tengo costantemente nel cuore: una grande signora sensuale e carismatica ma anche ingegnosa e divertente che puo’ con tutto quello che ha e non si arrende mai.

Cosi’ voglio essere, Cubita linda, e con gli occhi pieni di scoperta come quella bambina per visitare la vera vita .

La Habana e il castello del morro

20 pensieri su “Visitare la vera Cuba, siete pronti?”

  1. La vera Cuba per me è quella dei paesini della Sierra nel sud. Sono stata sull’isola un sacco di volte (per la mia tesi di laurea) ma quando mi sono fermata là ho capito il senso della cubanidad.

    1. Hai perfettamente ragione e condivido! Anch’io sono stata molte volte e piu’che vai e piu’ti rendi conto del suo stile di vita..piu’avanti raccontero’qualche altro aneddoto 😊

  2. Un detto cubano dice..” l’havana es l’havana…lo de mas es area verde”…io penso l’havana è l’havana!!…lo de mas es LA VERA CUBA!! ✌..cmq tutti buon consigli i tuoi!!👋👋👍

    1. Beh, l’Havana e’ l’Havana come dicono loro, ma non sai le meraviglie nascoste che ci sono. Ci sara’ un secondo post sicuro sulle meraviglie..

  3. “Spegnere il cervello” è un fantastico consiglio che metteremo in atto! Prenderemo con ironia il nostro viaggio a Cuba, pronti ad affrontare al meglio gli imprevisti che a quanto pare saranno davvero molto probabili. Grazie per i consigli!😊

    1. Ciao Robi, spero che il tuo viaggio sia iniziato come una bomba…come di dice, “disfruta de mi Cubita linda” mi manca tanto!

  4. Molto interessante questo articolo, non sapevo che anche i negozi oltre alla moneta fossero divisi e che ci fosse del razzismo. Cuba non è tra le prime mete dove vorrei andare ma sicuramente è un posto molto interessante…

    1. Ciao Elisa, appena puoi ti consiglio un salto.. e’ come viaggiare al passato, se vai qualsiasi cosa di cui posso esserti di aiuto, piu’ che volentieri

    1. si guarda mi sentii così strana.. occhi addossi come se stessi andando a rubare.. hanno la concenzione che il turista e’ milionario per loro..certo in confronto ai loro stipendi si…

    2. Secondo la mentalità cubana, se sei turista vuol dire che hai soldi e devi spenderli. Per assurdo sono molto più consumisti di noi ed è inaccettabile che un turista si comporti come loro..Assurdo lo so..ma è Cuba, il paese delle contraddizioni..

  5. L’idea di condividere una casa con i cubani anche se so che è step imperdibile, non credo che sia nelle mie corde!! Amo la mia privacy e i miei spazi quando viaggio e non farebbe proprio per me, credo che perderei la vera Cuba ma non potrei goderla veramente se agitata quindi meglio evitare!

  6. Questo è l’articolo più interessante che abbia mai letto su Cuba, parla della vera Cuba, di quella lontana dagli hotel e dai resort battuti dai turisti. Non ho in programma un viaggio a Cuba ma se mai capiterà di andarci è così che voglio viverla, grazie per i tuoi preziosi consigli 😊

  7. Bellissimo questo racconto. Purtroppo non sono mai stata a cuba. L’idea di condividere la casa è geniale 🙂 penso che Cuba sia davvero un altro mondo rispetto all’Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *