Travel Coach

In inglese semplicemente significa “Allenatore di viaggio” ovvero una persona che aiuta e che “allena” altri, disposti ad ottenere obiettivi personali attraverso il viaggio.

Il viaggio in questo caso è solo il mezzo attraverso il quale la persona, viaggiando da sola, si “sfida” scoprendo il suo essere più intimo e per ottenere cosi i suoi obiettivi e di conseguenza la sua felicità.

Molto spesso, dovuto alle difficoltà della vita, molti perdono di vista i loro obiettivi o non sanno qual’è la loro visione/missione che hanno nel mondo e agiscono come pure macchine in balia “delle onde” : la lamentela diventa una quotidianità e la domanda piu frequente è “perche tutto a me?”

Viviamo in un mondo dove siamo costantemente sotto pressione, e, purtroppo, spesso non diamo ascolto alle nostre esigenze più intime, come la nostra felicità personale e addossiamo la colpa del non essere felici a fattori esterni.

Per legge di attrazione, tutto ciò che ci circonda è solo il riflesso di quello che noi proiettiamo al mondo ed evidentemente se proiettiamo lamentela o negatività otterremo solo quello in cambio.

Le nostre vibrazioni entrano in contatto con l’universo ed entra in gioco la fisica quantica: proprio per questo motivo dobbiamo cambiare la prospettiva per poter proiettare ed ottenere il meglio dall’universo.

Non è semplice capire il concetto e meno in tre parole:  alla base di tutto c’è un discorso di attitudine e attraverso una “grande sfida”, come il viaggio, la visione di alcune cose può decisamente cambiare.

Dopo anni di dedicazione al mondo dell’organizzazione dei viaggi ho deciso di unire le due esperienze: La scoperta di se stesso attraverso l’esperienza del viaggio.

Sarò più che felice se deciderai seguirmi e magari chiedermi consigli…

Siamo unici al mondo e meritiamo brillare nell’universo.

 

 

3 pensieri su “Travel Coach

  1. Simona Genovali

    Ciao, mi incuriosisce molto questa tua idea del viaggio legato al “personale”. Alla crescita interiore, al raggiungimento di un obiettivo. Sono un Counsellor Professionista ad indirizzo analitico transazionale, oltre che blogger 🙂 Ti seguo con piacere!

  2. Stefania

    E’ un approccio al viaggio differente, non per il semplice piacere di collezionare timbri e bandierine ma per entrare meglio in contatto con la propria personalità e raggiungere alti livelli di felicità. WOW!

  3. ilgustoinviaggio

    Una nuova visione del viaggio inteso come crescita emotiva e personale mi piace, alla fine hai perfettamente ragione che il viaggio non è solo una collezione di luoghi ma una crescita è una continua evoluzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: