Argentina in inverno e l’Amicizia

 

Argentina

Il calore argentino

In questa giornata  fredda barcellonese, oggi voglio offrire un caldo raggio di sole a voi parlando di andare in Argentina  in inverno e della amicizia trovata.

Sappiamo che l’Argentina e´un paese enorme ed impossibile vederla in poco tempo.

Oggi vi racconto una piccola avventura pazza.

Sono stata due volte in Argentina, una a novembre 2017 e una a Gennaio di tre anni fa: partenza da Barcellona via Madrid con arrivo a Buenos Aires con Air Europa.

Prima volta in Sudamerica

Mi aveva sempre attirato molto l’attenzione la sua gente, la natura, in generale il Sudamerica .

Nel momento meno atteso si presento’ l’occasione di andare: conobbi un gruppo di ragazze in un precedente viaggio a Cuba, dove improvvisamente ci fu una connessione tremenda fin da subito e mi invitarono ad andare  a visitarle.

Beh direte.. un po´rischioso e pazzo andare cosi dopo averle conosciute solo per tre giorni? La risposta logica e´si mentre la risposta che dette la mia anima fu no: sentii da subito che qualcosa ci legava profondamente e che da li sarebbe nata una preziosa amicizia.

Arrivo a Buenos Aires
Argentina in inverno, Buenos Aires

Mafalda

A Gennaio, il caldo che trovate a Buenos Aires e´qualcosa di incredibile e soffocante, essendo piena estate: piu’ o meno si trova una temperatura all’incirca di 38 gradi di giorno e visitare la cittá nell’ora di punta e´piu’ o meno impossibile a meno che non vogliate svenire disidratati.

L’aeroporto e´abbastanza lontano dal centro, piu o meno una quarantina di minuti in bus: “Tienda Leon” si chiama l’azienda di trasporto e piuttosto economico, parliamo di un 12 euro circa.

Cambio moneta:

Quando andai la prima volta, nel 2015 si cambiava in centro, al mercato nero, dai cosidetti “Arbolitos” (letteralmente alberini) persone che per strada gridavano i tipi di valuta che cambiavano. Al momento che ti avvicinavi ad uno di loro ti diceva il tasso di cambio e poi ti indicava dove andare per cambiare i soldi.

La storia e´che come non avevo mai cambiato i soldi in Argentina, e non sapendo assolutamente come erano, decisi di avventurarmi con una mia amica, che e´avvocato e a quel tempo  lavorava per importanti istituzioni del paese.. che ridere! La mia amica super imbarazzata e impaurita, con tutta la ragione del mondo, perche chiaro, prima di andare a cambiare i soldi dovevamo sapere dove ci avrebbero portato per non trovarci in situazioni sgradevoli. Ogni due per tre ripeteva  “io questo non l’ho mai fatto” ed io mi sentivo la trasgressora del potere ahahah.

Una volta abbiamo cambiato persino in un edicola dove erano super organizzati.

Ad oggi non e´piu cosi, tranquilli J si cambia bene nelle banche!

Buenos Aires

 

Argentina in inverno Buenos Aires

Caminito

Buenos Aires e’ immensa e minimo 5 giorni ci vogliono per visitarla. Una cittá cosi’ europea, direi un poco un mix di Parigi e Madrid. Io per avere un idea generale mi presi il bus turistico e, come la validitá del biglietto e’ di 24 ore il primo giorno decisi di non scendere e captare le parti che piu’ mi interessavano. (da notare, tre ore e mezzo di giro con il traffico, incredibile la grandezza della citta)

Visitai Caminito, Puerto Madero, La Boca, Recoleta e il centro con alcuni musei..

Visita d’obbligo al cimitero monumentale di Recoleta dove si trova il mausoleo di Evita Peron: si effettuano visite guidate e l’emozione della storia di questa Super donna e´veramente toccante e triste allo stesso tempo, considerando tutto quello che ha vissuto.

Il Tango

Il Tango, e´parte  della loro tradizione ed e´ estremamente emozionante vedere due persone che ballano con una sensualitá e complicitá che in pochi altri balli ho visto.

Incuriosita andai a lezione di Tango e con tre ore di lezione riuscii a sostenere una Milonga vera e propria..

Andai nella famosa scuola “La Viruta” nel quartiere Palermo dove con quasi 10 euro ebbi tre lezioni di tango.

In questo caso, durante una milonga, l’uomo invita la donna facendole un occhiolino che e´il segno attraverso il quale la donna capisce che deve avvicinarsi per ballare. E’ cruciale per la donna guardarsi attorno se vuole ballare in modo che possa captare “l’occhiolino” 😊

Facendo un poco un mix delle due esperienze argentine che ho vissuto, oserei dire che il mese di Gennaio non e`il migliore per visitare Argentina: voli cari, caldo orribile e posti sovraffollati.

Dopo qualche giorno a Buenos Aires, mi spostai in Bus, dove andai nella zona di Cordoba, piu’ precisamente a Carlos Paz.

I bus sono a due piani e con poco prezzo puoi scegliere di viaggiare in un posto che si reclina a 180 gradi ottimo per le larghe distanze dell’ Argentina. Hanno bagno e persino  un piccolo bar dove puoi consumare caffe acqua o succo di frutta.

Carlos Paz

Per noi turisti questa localitá e´sconosciuta pero famosissima per gli Argentini.

Posto di “spiaggie”, di fiume ovviamente, calcolando che e´nel centro nord dell’Argentina ma anche di colline e montagne.

Argentina in inverno, Carlos Paz

Carlos Paz e le mie pazze amiche

Mi incontrai con le mie pazze amiche alla stazione degli autobus, dopo aver viaggiato di notte da Buenos Aires a Carlos Paz.. circa 9 ore di bus, ma dormendo.. quindi no problem..

Devo ammettere che il terminal dei bus di Buenos Aires non e´molto sicuro e soprattutto partendo da la a mezzanotte: beh che dire, occhi aperti zaino davanti e un marsupio sotto la maglia con le carte di credito e un altro portafogli con qualcosa di soldi in caso di minaccia di furto da dare.

Cosi’ funziona in sudamerica e in tutte le grandi cittá direi..

Carlos Paz e´una localitá di vacanze estive e di “joda” come dicono gli argentini, o meglio di divertimento puro. La notte nel centro e´un via vai di gente, pieno di locali bar ristoranti ma quello che piu mi impressiono furono le spiaggie.

Andammo in una che si chiama la spiaggia degli Hippies: ragazzi un esperienza!!

Scalammo una montagna, e visto che non ci dissero niente che dovevamo scalarla, andammo la disorganizzatissime..con le infradito 😁

Fortunatamente non fu una grande scalata pero a tratti dovemmo camminare scalze per non rischiare di romperci qualcosa. Arrivate al punto piu alto vedemmo il fiume!

Lá viveva una comunitá di hippie dove vendevano, collane braccaletti ai turisti per sopravvivere con il poco che guadagnavano. Il paesaggio meraviglioso.

Un fiume, congelato ma limpido circondato dale montagne.. relax puro!

 

Argentina in Inverno Carlos Paz

Playa de los hippies

Incontrammo dei personaggi stravaganti, ma questo ve lo raccontero’ in un altro articolo che intitolero’ i personaggi stravaganti dei  miei viaggi. Ahhahaahha

Il ritorno verso la macchina merita veramente una descrizione dettagliata.

Playa de los hippies

Siamo io, Mariela, Stella, Estefania, July, Veronica e Verona e dopo una giornata di caldo, bagni nel fiume, stanche di una giornata piena di risate.. Conoscemmo un tipo che era un po come il padrone della spiaggia, biondo platinato che faceva un po da animatore della spiaggia.

Ci spiego che per tornare alla macchina dovevamo prendere una canoa: un ragazzo ci avrebbe portato dall’altra sponda del fiume senza dover nuovamente scalare la montagna.

Era gia sera e non era il caso azzardarsi al “free climbing” che avevamo fatto la mattina cosi’ ci fidammo del consiglio e decidemmo di metterci in fila per questo “passaggio”.

Qui arriva il bello.

Eravamo in tre piu il “conducente” della canoa che stava dietro. Tutto tranquillo godendo del meraviglioso paesaggio che ci circondava.

Argentina in Inverno Carlos Paz

Playa de los hippies

Ma a un certo punto ci rendemmo conto che giusto accanto a dove navigavamo c’era una cascata: non erano chiaramente le cascate di Iguazu ma che comunque erano alte piu o meno tre metri.

Comincio il panico: July aveva il terrore negli occhi e comincio a pregare, noi altre cominciammo a parlare con il ragazzo che ci rassicurava che era tutto sotto controllo ma che non dovevamo muoverci..Quindi tanta tranquillita evidentemente non ce la dava..

Per rendervi conto vi faccio vedere il video cosi mi fate due risate… chiaramente in spagnolo.

Finalmente arrivammo alla sponda e la pazzia finale

dovemmo scalare un pezzettino di montagna, senza nessun tipo di protezione e con la cascata in basso.

Stavamo tutte con una paura folle ma unite. Davanti a me avevo Veronica che non ce la faceva a salire dalla paura cosicche io con una spinta dal sedere la faccio andare sulla montagna e piano piano tutte riusciamo, sane e salve, a essere sulla sponda direzione auto.

Argentina in Inverno Carlos Paz

Sane e salve

L’adrenalina fu tremenda tant’e´che dopo andammo a bere una bella birra rigenerante vicino alla cascata per abbassare il livello di stress. Li’ ci rilassammo, cominciammo a ridere e a vedere i video fatti ma orgogliose di come eravamo riuscite a superare questa esperienza.

Ogni volta che penso a questa storia e`inevitabile che mi faccia ridere da morire pero anche mi fa pensare di come siamo fatti per stare con altri e di come l’unione fa la forza.

L’amicizia e´una cosa meravigliosa e da un potere e un energia che poche altre cose danno. Non e’ detto che sia amicizia vera quello che uno ha a volte, pero comunque apporta allegria, buon umore e un esperienza di vita, il confrontarsi fa bene alla crescita personale.

Spesso per i miliardi di cose che abbiamo da svolgere quotidianamente ci rinchiudiamo in noi stessi: anche posturalmente camminiamo curvati e sempre con un cellulare nella mano.

Quel cellulare che e`il nostro contatto con il mondo ma che a volte va lasciato da parte per poterci aprire al mondo, alla fiducia che qualcosa di bello puo’ capitare in qualunque momento, con uno sguardo, una chiacchera, cosi come e`successo a me conoscendo le mie amiche.

Argentina in Inverno Carlos Paz

La birra regenerante

29 pensieri su “Argentina in inverno e l’Amicizia

  1. Valeria

    Anche una mia amica è stata in Argentina a dicembre e si è trovata benissimo. Mi sembra un paese che ha molto da offrire ai viaggiatori che amano la natura <3

  2. robisceri

    L’Aregentina è un mio sogno da un po’. Penso che sia un paese caliente ed è proprio questo di cui ho bisogno in questo momento: riscaldarmi dentro e fuori. Già leggere che ti è piaciuto molto vedere le coppie ballare il tango per strada mi è bastato e avanzato 😉

  3. Paola

    Che bellissima esperienza! Non sei pazza, tutt’altro 🙂 Io accetto sempre inviti dagli amici che conosco in viaggio e proprio grazie a tutte queste connessioni di amici di amici di amici che ho viaggiato così tanto!

  4. Sandra

    Che meraviglia di esperienza, l’argentina mi ispira tantissimo, sarà proprio per il tango? Non lo so, ma vorrei davvero vistarla, secondo te da sola è troppo rischiosa? meglio affidarsi a qualche tour?
    grazie

    1. Silvia

      Si, delle risate dopo quella esperienza, incredibili.. e’ meraviglioso conoscere gente di altri posti e per magia diventi una amicizia cosi’ grande.

    1. Silvia

      E’ una terra bellissima. Purtroppo in un post non potevo scrivere il tutto.. magari ne faro’ un altro. Con l’euro andiamo avvantaggiati perche’ c’e’ una forte svalutazione. La gente e’ meravigliosa, piu’ che consigliato

    1. Silvia

      Esther, e’ una terra meravigliosa e purtroppo in un post non riuscivo a scrivere il tutto, ci sara’ un secondo round sicuro ehehe descrittivo di altre zone. Se vai noi siamo avvantaggiati con l’euro. si spende molto poco

  5. elisascuto

    Che bella avventura…Sogno il Sud America da un po’ e mi hai fatto venire voglia di partire domani.. anchE se farà ancora calduccio mi sa!

    1. Silvia

      Il Sud Aamerica per me e’ anima, cuore, passione..fino a marzo fa calduccio poi piano piano va a scendere la temperatura, te lo consiglio vivamente:)

  6. rosy

    L’Argentina è uno di quei posti che mi piacerebbe tanto visitare, per il clima, i colori e il Tango. Il tuo racconto mi ha fatto scoprire tante cose interessanti.

  7. Paola

    La felicità ha senso solo se condivisa a e condividere le esperienze più belle con le persone a cui vogliamo bene é ciò che dà alla felicità un senso profondo. Grazie per aver condiviso con noi questi bei ricordi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: