Benvenuto nel mio blog

Viaggiatore Cosciente!

Sono Silvia, viaggiatrice, Life Coach e Travel Coach.

Inquieta, energica, amante della vita 

Come visitare Cuba?Andiamo a scoprirla

Come visitare Cuba? i cubani risponderebbero Cuba no es fácil.

Se decidete di viverla come un cubano vi troverete di fronte a tutta una serie di difficoltà che normalmente il cubano si trova a vivere quotidianamente e che, evidentemente visitandola da turista,  non trovereste.

Vi elenco alcuni piccoli consigli utili affinché  possiate visitare Cuba senza senza troppi problemi e senza stress.

VISITARE CUBA:ARRIVO A LA HABANA

visitare cuba

A Cuba regna la calma e l’ottimismo, ciò di cui non siamo piu abituati in un mondo globalizzato: se non cambi il chip rischi di stressarti molto e di rovinarti le vacanze.

Pensiate che stia esagerando, ma non è cosi.

Quando si ha già la valigia, e si entra nella hall degli arrivi, ci troviamo di fronte a moltissimi cubani che stanno aspettando i suoi familiari in visita proveniente dall’estero. (se vuoi qualche consiglio su come fare la valigia leggi qui)

C’è caos sì: le urla della felicità dei parenti che vedono il suo familiare rientrare, gli abbracci , i taxisti che urlano “taxi, taxi” la ventata di calore che viene dall’esterno e quell’odore di nafta forte che viene dalle auto fuori aspettando l’arrivo dei turisti.

È coinvolgente il caos, si respira un mondo diverso.

Continua a leggere →

Viaggiare spendendo poco

In generale non è semplice viaggiare spendendo poco: molto dipende dalla destinazione che si sceglie e soprattutto può diventare ancora più difficile se si decide di viaggiare da soli.

Ma niente è impossibile e anche viaggiare da soli può essere fattibile avendo alcune accortezze.

Il vantaggio di viaggiare da soli è che ci permette di decidere il periodo in piena autonomia e che, se aperti a nuove conoscenze, di avere la possibilità di conoscere molte piu persone, di entrare in contatto con usanze e cultura del posto.

La migliore epoca per viaggiare spendendo poco, ad esempio nelle capitali europee, è in bassa stagione, anche se  il clima a volte non sarà a nostro favore a seconda del luogo da visitare.

Continua a leggere →

Dipendenze affettive come uscirne?Viaggiamo

Hai mai pensato a cosa sono le dipendenze affettive? e se lo hai pensato, ti sei mai chiesto come uscirne?

La parola dipendenza, etimologicamente parlando, deriva dal latino e significa pendere da, ed evidentemente si può pendere da una sostanza, dal cibo, da molte cose, ma in questo caso ci concentriamo sul fatto di “pendere da” qualcuno.

La domanda sulle dipendenze  affettive e come uscirne, nasce da una situazione che mi si presenta in questi giorni.

Ogni qualvolta mi propongo un obiettivo inevitabilmente mi si presenta una prova da affrontare. A tutto questo le do il nome de “il potere dell’universo” , ci hai mai fatto caso?ti è mai capitato?

Continua a leggere →

Primi passi..intervista con Viaggi in Europa

I primi passi in qualcosa di nuovo di cui siamo totalmente all’oscuro è senza dubbio molto faticoso e con un dispendio di energie non indifferente. Così è stato il mio inizio con questo bebé di Blog ma che ogni giorno mi riempie il cuore di soddisfazioni ed amore.

Come il viaggio dell’eroe mi sono buttata nel mondo oscuro e continuo ad esserci giorno dopo giorno affrontando mille demoni e mille sfide.

Un giorno, per caso mi sono imbattuta in rete in Alessandro di Viaggi in Europa e mi ha dedicato un’intervista sul mio lavoro di Travel Coach. Adesso sembra che si chiami Inspirational Travel designer, a voi la scelta.

Oggi sarò molto breve e molto poco profonda eheh però  vi porto qui la mia esperienza di principiante blogger ma soprattutto qual’è la missione di “In Viaggio con La felicità”.

Continua a leggere →

Chi sono io? Un viaggio verso l’interiore

Fino a qualche anno fa non mi sarei mai posta la domanda chi sono io, ero troppo indaffarata a sostenere mille cose degli altri, a dare appoggio ma senza curarmi troppo di me stessa, dei miei interessi, delle mie necessità e soprattutto della mia felicità.

Quando parlo di felicità, non voglio dire che non lo fossi stata, ma sicuramente era una felicità passeggera, effimera: passava mi faceva assaporare il suo profumo, la sua energia ammaliante ma per poi svanire come per magia.  Mi lasciava con una sensazione di volerla afferrare per tenerla sempre con me. Rimanevo con questa perenne voglia di riacchiapparla: la cercavo in ogni angolo, in ogni persona, appariva e poi scompariva di nuovo.

L’entusiasmo c’è sempre stato e facilmente si può lavorare su quello (leggi qui se vuoi saperne di più), ma la felicità è un’altra cosa.

Una constante ricerca, ed io, come una persona in astinenza,  mi rendevo conto di volerla sempre di più e in quantità sempre piu grandi.

Continua a leggere →